19 febbraio 2014

FROLLA DELLE SORELLE SIMILI

Non so voi ma per me la crostata è uno dei dolci che profuma d'infanzia, uno di quei dolci che con il suo profumo mi riporta indietro negli anni quando la mia adorata nonna mi preparava la merenda con una fetta di pane spalmata di burro cosparso di zucchero...no, niente merendine confezionate a quei tempi...non che non esistessero solo che lei non le considerava e andava a porre le basi per il mio amore sviscerato per il sapore del burro...e ricordo benissimo il momento in cui i miei denti fendevano la morbida scioglievolezza del burro e incontravano la sorprendente croccantezza dei cristalli di zucchero per fondersi poi tutto nel pane...
La loro frolla è supercollaudata, supertestata e superapprovata...e, inutile dirlo, è diventata la "mia" frolla! Quindi oggi torniamo alle origini, ad una delle preparazioni di base fondamentale: la pasta frolla...quella delle sorelle Simili per la precisione, quella adatta alle crostate...allora? Avete la vostra marmellata preferita pronta??! Per me quella agli agrumi...ma anche la cioccolata va bene eh!










Ingredienti:


  • 500 gr farina 00
  • 200 gr zucchero
  • 200 gr burro freddo di frigorifero
  • 2 uova intere
  • 1 pizzico di sale





Procedura:

Tagliate a pezzettini il burro freddo.
Versate la farina e il sale sulla spianatoia, metteteci il burro sopra e, con le dita,  iniziate a strofinarlo con la farina  col tipico movimento di chi dice "soldi, soldi"(testuali parole delle sorelle!).

Ora con lo sfarinato ottenuto fate una fontana, versate al centro le uova con lo zucchero e con una forchetta iniziate a sbattere le uova incorporando lo zucchero senza aggiungere la farina.
Una volta che le uova hanno perso densità incorporate lo sfarinato di farina e burro, sempre usando la forchetta e mai le mani!
Con una spatola cercate di compattare la farina strisciandola sulla spianatoia, dividendola e unendola fino a quando la farina avrà assorbito le uova...nel caso fosse troppo secca si possono aggiungere 3 cucchiai di acqua fredda.
Solo alla fine, quando la massa è più compatta, con il palmo della mano si rotola l'impasto sul tavolo e si conferisce la forma di palla, si avvolge nella pellicola e si infila in frigo per almeno mezz'ora...anche di più se si ha tempo.
Togliete il panetto dal frigo, "picchiatelo" col matterello per ammorbidirlo e stendetelo dello spessore desiderato per la vostra crostata...o per i biscotti...farcite con la marmellata e infornate in forno caldo a 180°C per 40 minuti circa...non dorate troppo la vostra frolla, deve restare un po' pallida e non troppo secca.

Per me è la frolla ideale...mi auguro che possa essere utile anche a voi!

stampa